Scheda - Turismo con Gusto

Seguici su

La Casa Museo di Ivan Bruschi

Eventi speciali
Nessun offerte presente per questa struttura
Italiano
La Casa Museo di Ivan Bruschi
Corso Italia, 14
52100 Arezzo (AR)
Tel 0575 354126
Fax 0575 26801
Richiesta informazioni

La Casa Museo di Ivan Bruschi

Si trova nel cuore di Arezzo, di fronte alla Pieve di Santa Maria, nel trecentesco Palazzo del Capitano del Popolo, e ospita la collezione dell'antiquario aretino, scomparso nel 1996, che ha dato vita alla Fiera dell'Antiquariato. E' una collezione che si √® formata dai primi anni '60 per acquisti progressivi di precedenti collezioni e di oggetti disponibili sul mercato antiquario, per un totale di circa 10000 pezzi fra mobili, dipinti, sculture, libri, vetri, ceramiche, argenterie, gioielli, arnesi e attrezzi da lavoro e monete. Oggetti che spaziano dalla preistoria ai giorni nostri. All'interno del palazzo, uno degli edifici pubblici pi√Ļ importanti e rappresentativi della citt√† durante il Basso Medioevo, come testimoniano i molti stemmi affissi alla facciata, si snoda un percorso espositivo che, pur evidenziando le predilezioni del collezionista, permette comunque di ricostruire i nuclei principali della raccolta. Particolare risalto √® stato dato sia ai pezzi di maggior pregio artistico che alle serie di manufatti artigianali, capaci di evocare i multiformi aspetti dell'operare e dell'agire umano.

La Fondazione Ivan Bruschi

Oltre alla Casa Museo, c'è anche una Fondazione che reca il nome di Ivan Bruschi ed è stata istituita al fine di diffondere l'amore per l'arte e per la cultura antiquariale. E' stato questo l'ultimo desiderio di Ivan Bruschi. La finalità della Fondazione Ivan Bruschi è quella di essere un riferimento di esemplarità in un settore di rilievo culturale ed economico per la Città di Arezzo qual è l'antiquariato, contribuendo anche a fornire un supporto di qualità alle molteplici attività del settore. La conoscenza del settore antiquariale, lo studio delle opere d'arte, lo sviluppo di un efficace collegamento con il grande collezionismo storico e la diffusione delle tecniche di restauro delle opere sono alcune delle attività in cui la Fondazione intende apportare il suo contributo. Un progetto che si sviluppa attraverso due poli: la Casa Museo di Ivan Bruschi, davanti alla Pieve; la Galleria di Piazza San Francesco, che ogni mese in occasione della Fiera Antiquaria accoglie selezionati standisti. Una storica vetrina, accanto agli affreschi di Piero della Francesca dove un tempo si trovava la bottega di Bruschi, luogo originante della Fiera e cuore delle molteplici iniziative da lui promosse per la diffusione dell'antiquariato.

La Fiera dell'Antiquariato, altra grande eredità che Ivan Bruschi ha lasciato alla città di Arezzo, si svolge ogni prima domenica del mese dal 1968 ed è ancora oggi la prima del suo genere in Italia. L'idea gli era venuta nel corso di uno dei suoi viaggi a Londra, dove Bruschi rimase colpito dal mercato di Portobello. Grazie al prestigio di cui ha sempre goduto nel settore dell'antiquariato, alla sua affermata professionalità e ai i suoi vasti rapporti, la Fiera Antiquaria di Arezzo divenne realtà, occupando proprio lo scenario suggestivo di Piazza Grande, quasi a colmare il vuoto, fisico ed esistenziale, creato dal trasferimento del secolare mercato delle erbe. Confortato dal crescente successo della Fiera Antiquaria, Bruschi promosse anche una serie di eventi che richiamarono l'attenzione del pubblico italiano e internazionale, consolidando il mercato di Arezzo come il primo d'Italia.

Commenti inseriti dai visitatori

Non ci sono commenti per questa struttura.

Lascia un commento

Ricerca guidata struttura/evento